Starcraft 2: Heart of the swarm

Ennesima data memorabile per casa Blizzard, che domani lancera’ la seconda espansione di Stacraft 2, interamente dedicata alla razza Zerg. Sul sito ufficiale  è in corso ormai da diverse ore un colossale evento di lancio in contemporanea da diversi stati: dalla Corea del Sud (in cui il gioco è addirittura sport nazionale) dove all’interno degli studi televisivi della Tv nazionale si sfideranno diversi rappresentanti di due squadre da sempre rivali, fino al Versailles, in Francia, dove si esibira’ Stephano, ex campione mondiale di Starcraft di origini franco-turche.

Ma cos’è starcraft?
Il genere è quello ben noto degli Rts, ovvero Real Time Strategy, in cui l’utente controlla l’estrazione di risorse e la produzione di un esercito per la lotta contro un avversario umano o virutuale: la piattaforma è per forza di cose il computer, in quanto risultano necessari l’utilizzo di mouse e tastiera per la gestione strategica delle unita’.

Il gioco dispone di una campagna da giocatore singolo particolarmente intensa (la storia  inizia dal primo capitolo del gioco, uscito nel lontano 1998) in cui il protagonista guidera’ gli Zerg, razza di alieni viscidi ed infestanti (pensate ad Alien) alla difesa da un invasione di Protoss, ai alieni ipertecnologici condannati a vagare per lo spazio da quando il pianeta natale è stato distrutto dagli zerg stessi.
In questa battaglia interplanetaria trovano spazio anche i Terran, umani il cui impero è tuttavia attraversato da lotte intestine devastanti da quando Arcturus Mengsk ha preso il potere e si è autoproclamato imperatore soggiogando l’intera razza al proprio volere e generando ondate di proteste e ribellioni anche da parte del figlio stesso, Valerian, a capo di una fondazione scientifica alla ricerca di antichi artefatti.

Immagine

Di carne al fuoco ve n’è e anche molta, ma se quello che vi interessa non è la storia ma una sfida, quello che fa per voi è il multiplayer: l’esperienza di gioco online è in grado di far saltare i nervi anche al più calmo dei videogiocatori; il gioco è infatti organizzato di modo da esser estremamente competitivo, con gironi, leghe ed un sistema di piazzamento automatico in grado di trovare sempre un avversario alla vostra altezza.

Pro:

  • Campagna single player ben fatta
  • GIoco multiplayer molto competitivo
  • Requisiti minimi molto ridotti
  • Community tra le più attive al mondo

Contro:

  • La storia inizia 4 videogiochi fa
  • Ripetitivo per chi non ama la competizione
  • 3 razze, ben definite, ma 3 razze
  • richiesta la connessione ad internet
  • obbligatorio un profilo Battle.net
About these ads
Etichettato con: , , , , ,
Pubblicato su Videogiochi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: